Tour Napoli e Procida

14 – 16 Ottobre 2022

Loading...

780,00 

Singola
Adulti

Disponibilità camera singola soggetta a riconferma

Tour Napoli e Procida

in treno alta velocità

 Napoli, città meravigliosa e incredibile, affollata di storie e di segreti, di sapori, di colori, di icone e miti del passato.

Napoli è preziosa, con i suoi vicoli e sotterranei, ma anche luminosa ed accecante, con il suo mare e le sue vedute, tra le piu’ famose al mondo.

Una città segreta, da scoprire passeggiando e sbirciando tra i portoni dei cortili.

 Procida, lascia senza fiato … un allineamento di case alte, di tutti i colori, strette come una barricata con tante arcate chiuse a mezzo, come strizzassero  un occhio.

E sopra, un verde intenso e prepotente, quasi selvaggio, tanta è la forza dei tralci: viti e limoni.

Questa prima immagine di Procida, si estende a tutta l’isola che è piccola, ma tutta diramata di tentacoli,

come i polpi che ancora abbondano nei suoi mari.

Vi posso assicurare che Procida è tutta qui, e nell’interno fino all’altro capo dal Paese, la Chiaiolella, ripete lo stesso spettacolo.

E’ impossibile stancarsene … (Cesare Brandi)

 

      VARESE – MILANO – NAPOLI  

In mattinata ritrovo dei partecipanti,  trasferimento in autopullman alla stazione ferroviaria di Milano e imbarco sul treno veloce per Napoli.

Arrivo a Napoli, trasferimento in hotel e pizzata in ristorante.

Con la metro, andremo a scoprire la “Napoli moderna”, passeggiando verso Piazza Plebiscito, l’Elegante Galleria Umberto 1°,

il Maschio Angioino, facendo tappa al famoso caffè bar Gambrinus.

Si terminerà con la Napoli “storica” e la via San Gregorio Armeno, con i famosi  artigiani e artisti dei presepi. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

P R O C I D A

Prima colazione.

In mattinata, trasferimento al porto di Napoli ed imbarco per l’Isola di Procida, dove si arriverà dopo 45 minuti circa di navigazione.

Giornata dedicata alla scoperta dell’Isola, nominata “capitale italiana della cultura 2022”,

gelosa delle sue tradizioni, schiva al turismo di massa, ma aperta a chi cerca un luogo selvaggio e dal fascino inalterato.

Un fascino a cui Elsa Morante, non rimase indifferente, quando nel 1955, all’ombra dell’agrumeto nel giardino dell’allora Albergo Eldorado,

ebbe l’ispirazione per il romanzo che due anni dopo, le valse il Premio Strega: “L’Isola di Arturo”.

In microtaxi e con la guida, si toccheranno i punti più suggestivi dell’isola: si visterà l’Abbazia San Michele, con il suo struggente fascino, nella parte alta dell’isola.

Si scenderà alla Marina Corricella: caratteristica, suggestiva e romantica, Marina Corricella è il borgo marinaro più antico di Procida,

disposto ad anfiteatro sul mare e circondato dalle reti adagiate sulla banchina.

L’odore di mare, le stradine caratteristiche, la singolare architettura e l’assenza totale di autoveicoli rendono la Corricella un mondo a parte.

Il porticciolo secentesco è famoso e apprezzato per la sua peculiare architettura: qui è possibile scorgere un intreccio di archi, cupole, finestre, gradinate, logge,

scale e facciate variopinte che danno vita a un complesso edilizio più unico che raro per forme, colori e disposizione delle abitazioni.

Quindi  Marina Chiaiolella una delle mete più note e gettonate di Procida, dove, oltre all’attrezzato porto turistico, si trovano alcuni degli alberghi

e ristoranti più frequentati dell’isola. Nonostante il vivace turismo estivo che l’ha indotta ad apportare qualche necessario cambiamento,

la Chiaiolella ha sempre mantenuto il suo carattere di borgo di pescatori.

E’ infatti possibile ammirare le caratteristiche case di architettura spontanea. Pranzo in ristorante in corso di escursione.

Rientro in hotel a Napoli.  Cena e pernottamento.

 NAPOLI – RIENTRO

Prima colazione.

In mattinata visita della Napoli Segreta, con il Rione Sanità, situato ai piedi della collina di Capodimonte,

è senza ombra di dubbio uno dei quartieri popolari più colorati e vivi del centro storico di Napoli.

Contro ogni convinzione, che lo vorrebbe quartiere maledetto, il rione Sanità è un concentrato di meraviglie e di opere d’arte, 

chiese del 700, ipogei greci e costruzioni romane, palazzi nobiliari. Punto centrale del Rione è la basilica seicentesca di Santa Maria della Sanità,

opera dell’architetto domenicano Fra’ Nuvolo, che diede forma ad uno splendido esempio del barocco napoletano.

Visita alle annesse catacombe di San Gaudioso, quello che era il secondo cimitero paleocristiano più importante della città.

Passeggiando per il quartiere si scoprono Palazzi nobiliari, noti per le scalinate ad ali di falco, un elemento architettonico portante, quasi scenografico,

più importante della facciata dei palazzi. Nel quartiere non possiamo fare a meno di visitare Via Santa Maria Antesaecula, dove, al civico 109, è nato Antonio de Curtis, in arte Totò.

Tempo a disposizione per il pranzo libero. Trasferimento alla stazione ferroviaria e imbarco sul treno veloce per Milano.

Arrivo a Milano previsto in serata ed immediato trasferimento in autopullman alle località di partenza.

Scopri di più